Notizie

DIVIETO DI SVISTA, UN PROGETTO CHE SALVA LA VITA

  • Pubblicato in News

Gli allievi delle classi quarte del polo non dimenticheranno facilmente l'incontro con Alessio Tavecchio, avvenuto il 23 aprile 2018 nell'ambito del progetto scolastico del Polo Baldessano Roccati "Divieto di svista" presso l'Ala degli Antichi Bastioni a Carmagnola. Alessio è venuto proprio per questo, per instillare nei ragazzi la consapevolezza che la vita e la salute sono i due valori più importanti, da difendere ad ogni costo: lui l'ha scoperto a sue spese, a seguito di un incidente stradale che l'ha costretto su una sedia a rotelle all'età di 23 anni. Il suo obiettivo era quello di fornire la consapevolezza su ciò che vuol dire viaggiare su una strada, con tutti i rischi che ciò comporta, per evitare di stravolgere o perdere la propria vita in quello che ha definito il "luogo meno sicuro in assoluto per i giovani fino a 25 anni". Quello che ha lasciato  nei ragazzi, però, non è stata una sensazione di pietà fine a se stessa, che liquida la faccenda con un "che sfortuna!"... Piuttosto è stata la voglia di vivere che ha trasmesso, raccontando la sua rinascita dopo il coma, in un mondo che sembrava definitivamente finito e invece, a poco a poco, è diventato sempre più pieno di prospettive, attraverso il lavoro e la fatica. Alessio non si è stancato di ripetere che sono proprio questi gli strumenti che gli hanno permesso di risollevarsi, raggiungendo in meno di 2 anni dall'incindente le finali paraolimpiche di nuoto ad Atlanta. Alessio ora è ideatore del percorso "Progetto di vita" che porta in tutte le scuole d'Italia.
Oltre a sensibilizzare sui temi della sicurezza stradale, particolarmente sentiti in quanto molti ragazzi sono prossimi alla maggiore età, dunque, Alessio ha dato una grande lezione di vita,  toccando l'intimo di ognuno: "Lottate per il vostro sogno, per fare emergere il vostro talento".

Chiara Giordana, 4A ST

area docenti  area studenti  area famiglie

Accesso